Il suono di Minneapolis

Il racconto di una città ed il suo principe.

Si parla di una storia di circa mezzo secolo fa. Quella del “Minneapolis Sound”, di cui il pioniere fu un giovane ragazzino di colore. Si chiamava Roger Nelson, meglio conosciuto come Prince.

Prince Roger Nelson è stato un grandissimo innovatore musicale, oltre che un grandissimo talento. È riuscito infatti a miscelare il ritmo incalzante funk, intenso, alla James Brown, e far disperare e tremare la chitarra con suoni graffianti e distorti sullo stile di Jimi Hendrix.

Chi è Prince lo sappiamo tutti. Chi non ha ballato sulle note di Kiss, può star certo di non aver mai ballato.

Il fattore più importante nella nascita del Minneapolis Sound è sicuramente la stessa Minneapolis, una città del Minnesota, la principale.

Negli anni ‘70 del XX secolo apre un locale chiamato “The Depot”, originariamente un vero e proprio deposito di autobus della catena Greyhound, che collegava quasi tutte le città degli Stati Uniti d’America.

Per una decina di anni il locale si trova costretto a cambiare muta numerose volte, fino a un’ultima e decisiva occasione, nel 1980, in cui apre definitivamente con il nome di “First Avenue & 7th St Entry

Questo locale è certamente il più famoso di Minneapolis, ha ospitato band di grande successo come U2, The Misfits e The Stranglers o artisti del calibro di Wilson Pickett, Erikah Badu, Prince e molti altri.

Testimonianze dell’epoca riportano che Prince era solito suonare in questo locale e quasi sempre, a inizio o a fine tour, lui chiamasse il First Avenue facendosi liberare il palcoscenico per esibirsi, a volte anche con preavvisi inferiori alle 24 ore.

Un posto magico ancora in attività, che molto spesso fa registrare ancora il tutto esaurito. Un punto di riferimento e anche un luogo di forte attrattiva turistica della città.

È stato un locale di forte ispirazione per molte band (gli U2 cominciarono a tirar giù, durante il soundcheck, le prime melodie e parti della celebre canzone “October”,che diede il nome al loro secondo album).

Quindi, se un giorno vi troverete a Minneapolis, anche se non siete appassionati di musica, dovrete per forza passare dal First Avenue & 7th St. Entry, ne vale veramente la pena.

E se la vostra curiosità non è ancora sazia, potreste guardare un celebre film del 1984, Purple Rain diretto da Albert Magnoli. Non ve ne pentirete.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *